Italiano

Lavori Socialmente Utili

Descrizione del procedimento e riferimenti normativi:

Informazioni generali


Si definiscono lavori socialmente utili, quelle attività che le Pubbliche Amministrazioni pongono in essere al fine di migliorare la qualità della vita, dell’ambiente, degli spazi urbani e del territorio, nonché le attività poste in essere per migliorare la qualità delle prestazioni offerte.

Requisiti richiesti:

Possono aderire esclusivamente i lavoratori residenti in Friuli Venezia Giulia percettori dei seguenti trattamenti previdenziali:

  • lavoratori posti in CIGS sospesi a zero ore e titolari del relativo trattamento;
  • lavoratori posti in mobilità legge 223/91 e titolari del relativo trattamento (indennità di mobilità legge 223/91);
  • lavoratori titolari di altro trattamento speciale di disoccupazione (edilizia).


Le prestazioni di attività socialmente utile, rientrano nel quadro delle misure di sostegno al reddito dei lavoratori e non comportano l’instaurazione di un rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione presso la quale viene svolta l’attività lavorativa.

Lo svolgimento di lavori socialmente utili non comporta la perdita dello stato di disoccupazione, né implica la sospensione o la cancellazione dalle liste di mobilità.

L’utilizzo dei lavoratori nei progetti di attività socialmente utili non può comunque superare il periodo residuo di trattamento previdenziale. Quindi, per fare un esempio, se il trattamento previdenziale percepito dal lavoratore avrà termine il 30 aprile, la prestazione di attività socialmente utile non potrà andare oltre tale data.

Le prestazioni effettuate fino a 20 ore settimanali sono coperte esclusivamente dal trattamento previdenziale percepito dal lavoratore. Le ore eccedenti sono a carico dell’Amministrazione utilizzatrice e sono retribuite da un importo corrispondente alla retribuzione oraria relativa al livello retributivo iniziale, al netto delle ritenute previdenziali e assistenziali, prevista per i dipendenti che svolgono attività analoghe presso l’Amministrazione.

L’elenco dei lavoratori che aderiscono ai progetti per LSU, è ordinato dal Comune di Buttrio, tenendo conto delle seguenti priorità:

  • i lavoratori residenti nel comune sede di svolgimento dell’attività hanno la precedenza rispetto ai lavoratori residenti negli altri comuni del bacino territoriale del Centro per l’Impiego;
  • i lavoratori sono ordinati secondo il maggior periodo residuo di trattamento previdenziale (DECRETO LEGISLATIVO N° 468 DEL 01.12.1997).
  • In caso di parità di situazione, si avrà riguardo all situazione del nucleo familiare e precisamente:

a) situazione reddituale del nucleo familiare di appartenenza (ISEE cpn valroe più basso) e numero di figli a carico (maggior numero di figlia a carico);

b) In subordine presenza all'interno del nucleo di persone disabili e se negativo il più giovane d'età.


Il Comune di Buttrio, una volta formata la graduatoria dei richiedenti ammessi alla procedura, verificherà l’idoneità alle mansioni e la compatibilità fra le mansioni da svolgere e le competenze possedute, anche attraverso colloquio e/o prova pratica che si svolgerà nel giorno ed ora indicati nei rispettivi bandi.

Il comune di Buttrio si riserva di non attivare il progetto nel caso in cui il colloquio e/o prova pratica di cui sopra abbia avuto esito negativo.

 

AVVISI DI SELEZIONE ATTIVI

Il Comune di Buttrio da lunedì 24 Aprile 2017 a a lunedì 15 Maggio 2017, raccoglierà le adesioni per l'individuazione di 2 lavoratori socialmente utili da inserire nel Progetto promosso dall'Amministrazione comunale:

  • 1 lavoratore socialmente utile con profilo professionale di riferimento "esecutori/operaio" - Categoria B - Posizione economico B1, nell'ambito del Servizio manutentizioni;
  • 1 lavoratore con profilo professionale di riferimento di "esecutore/collaboratore amministrativo" - Categoria B - Posizione economca B1, nell'ambito degli Uffici Amministrativi comunali;

Dove e quando aderire:

Da lunedì 24 Aprile 2017 a a lunedì 15 Maggio 2017 ore 12:30, presso la sede Municipale del Comune di Buttrio, in Via Divisione Julia n° 36, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30.

Documentazione da presentare:

Al momento dell'adesione, il lavoratore dovrà allegare il curriculum vitae, autocerticare la propria residenza, dichiarare la tipologia del trattamento previdenziale percepito, la durata e la data di cessazione dello stesso e, in caso di CIGS, anche l'azienda presso la quale è occupato.

 

Normativa di riferimento

D.lgs 468 del 01/12/1997 “Revisione della disciplina sui lavori socialmente utili, a norma dell’articolo 22 della legge 24 giugno 1997, n. 196”

Regolamento approvato con decreto del Presidente della Regione DPReg. n° 64/Pres. del 24 marzo 2015 - Decreto operativo 1397/LAVFOR del 07/03/2017 - art. 10, commi 1, 2 e 3 della L.R. 30 dicembre 2011, n° 18.



Unità organizzativa di riferimento:
Area Amministrativa e delle Politiche Sociali

Responsabile del procedimento:
Gabriella Morgutti
- tel. 0432-636111
- e-mail: segreteria@comune.buttrio.ud.it

Responsabile dell’Istruttoria:
Valentina Meroi / Gabriella Morgutti

Recapiti ufficio:
- Telefono: 0432-636112 / 0432-636111
- Fax: 0432-673490
- e-mail: protocollo@comune.buttrio.ud.it

Orari ufficio:
dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30