Italian

Gardening / Coltivare l'accoglienza - Festival di Teatro e Arte in Giardino

martedì, 05 giugno 2018

Spettacolo conlusivo del progetto "Gardening / Coltivare l'Accoglienza", realizzato dai Comuni di Buttrio e Remanzacco con il supporto del Servizio Sociale dei Comuni dell'Unionte Territoriale Intercomunale del Natisone, in collaborazione con SPRAR, Caritas Diocesana e la Compagnia teatrale Fierascena.

 

Abbiamo il  piacere di informarvi che venerdì 29 giugno 2018, alle ore 19:30, nel Parco di Villa di Toppo Florio viene proposto lo spettacolo teatrale “SULLA SOGLIA”, a conclusione del Festival del “Progetto Gardening – coltivare l’accoglienza”.

Lo spettacolo è gratuito, rivolto a tutta la popolazione e a tutti coloro ai quali possa far piacere trascorrere un’ora ad ascoltare un gruppo di persone che si sono messe in gioco, per farsi conoscere e per dimostrare la propria disponibilità, flessibilità, capacità di adattamento e di saper cogliere le opportunità che la vita offre loro. 

Protagonisti delle rappresentazioni teatrali accanto agli artisti della Compagnia Teatrale Fierascena sono i ragazzi stranieri dello SPRAR e residenti a Buttrio, improvvisati attori che si sono immedesimati nella parte con impegno e maestria. Lo spettacolo è ricco di energia e talento, il suo messaggio è chiaro e spinge ad una riflessione.

L’iniziativa, già illustrata con precedenti note, è nata per promuovere l’integrazione ed ha tra gli obiettivi quello di trarre vantaggi dai valori trasmessi attraverso il lavoro e la cultura per lo sviluppo di conoscenze e competenze che consentono, soprattutto ai giovani, di sviluppare la volontà di compiere sforzi a livello personale ed importanti capacità sociali, quali il lavoro di gruppo, la solidarietà, la tolleranza.

La rappresentazione culturale, dunque, va intesa come strumento di educazione, formazione e sviluppo.

Confidiamo in una massiccia partecipazione, Vi chiediamo di esterndere l'invito a parenti ed amici, per apprezzare l’impegno degli attori e degli organizzatori dell’evento e dimostrare ancora una volta che anche i cittadini di Buttrio sono disponibili e privi di pregiudizi.

 

Non nasce teatro laddove la vita è piena, dove si è soddisfatti. Il teatro nasce dove ci sono delle ferite, dove ci sono dei vuoti… E’ lì che qualcuno ha bisogno di stare ad ascoltare qualcosa che qualcun altro ha da dire a lui.
(Jacques Copeau)